MOVIMENTI IN RETE

Movimenti in Rete si pone come obiettivo generale quello di supportare le famiglie fragili e sostenere i minori per garantire a tutti loro pari opportunità di crescita e di accesso ai servizi, attraverso interventi di animazione territoriale, assistenza e orientamento, favorendo il recupero e il rafforzamento della comunità educante, fondamentale per il mantenimento dell’equilibrio sociale. In particolare:

AREA MINORI: Favorire pari accesso a modalità diverse di formazione ed educazione per garantire lo sviluppo di abilità sociali e personali di minori ed educarli all’apprendimento cooperativo e alla partecipazione attiva.

AREA FAMIGLIE: Sostenere le famiglie che vivono una condizione di fragilità strutturale o momentanea, per agevolare la coesione all’interno del nucleo famigliare e il sostegno dei propri figli. Offrire momenti di confronto e spazi di apprendimento per la creazione della “comunità educante”.

AREA COMUNITA’: Mettere in rete le risorse territoriali creando sinergie tra le diverse componenti della società che si occupano delle persone maggiormente fragili.

La rete risulta essere l’elemento chiave del progetto, per tale motivo, fondamentale sarà il coinvolgimento dei partner per la progettazione e realizzazione delle azioni progettuali.

Il progetto Movimenti in rete vuole sottolineare l’importanza dei legami e delle collaborazioni tra tutti gli attori del territorio al fine garantire sostegno ai minori e alle loro famiglie, attraverso:

  • Promozione dello sviluppo di abilità personali e sociali dei minori, valorizzando e sostenendo modalità educative che promuovano il cooperative learning, favorire l’orientamento dei giovani nella comunità e nell’ambito scolastico;
  • Supporto alla genitorialità e coinvolgimento delle famiglie fragili;
  • Coinvolgimento della comunità, attraverso l’organizzazione di momenti conviviali, e l’integrazione delle varie realtà territoriali.

Il progetto Movimenti in rete, prevede l’inserimento di n° 5 giovani volontari tra i 18-28 anni, all’interno di 5 Sedi di Attuazione Progetto.

Il progetto ha la durata di 12 mesi e prevede lo svolgimento di 24 ore di servizio settimanali.

  • Un attestato di servizio valido ai fini curricolari
  • Formazione gratuita
  • Nuove conoscenze
  • L’inserimento in un network di contatti e conoscenze
  • € 360 al mese

Le sedi delle cooperative non coincidono con le sedi dove il volontario svolgerà il servizio che sono:

  • Cooperativa CPL Servizi di San Bonifacio: il volontario sarà impiegato in un doposcuola per bambini doposcuola- servizio per minori con disabilità- Centro Estivo
  • Cooperativa Spazio Aperto di Bussolengo: il volontario sarà impiegato nell’Asilo Nido “La Piccola Stazione”
  • Cooperativa Monteverde Badia Calavena: il volontario sarà impiegato in un dopo scuola e in laboratorio protetto per persone disabili a Badia Calavena
  • COSP VERONA: il volontario sarà impiegato nel Comitato di Orientamento Scolastico Provinciale di Verona
  • Associazione LE FATE ONLUS: il volontario sarà impegnato nel centro diurno per minori.

Per potersi candidare ai progetti di servizio civile Regionale è necessario compilare gli allegato Callegato D  e successivamente o spedirli tramite PEC personale all’indirizzo mail solcovr@omnipec.it, o inviarli tramite raccomandata a “Sol.Co. Verona , Via Monte Baldo, 10 – Villafranca di Verona, 37069” oppure consegnarli a mano in uno dei nostri uffici previo appuntamento chiamando il numero 3442987846, o scrivendoci a serviziocivile@solcoverona.it.

Per maggiori informazioni scrivici a serviziocivile@solcoverona.it oppure chiamaci allo 045/810425 o 3442987846

BENESSERE POSSIBILE

Il progetto BENESSERE POSSIBILE ha lo scopo di ampliare e supportare iniziative legate agli aspetti multi-fattoriali dell’individuo attraverso un unico denominatore comune: il benessere della persona.

I partner (cooperative sociali e comuni) e gli enti di cooperazione ritengono fondamentale un approccio globale, integrato e multidisciplinare, ciò consente di abbracciare la complessità dell’essere umano nella sua interezza e, al tempo stesso, individuarne origini e soluzioni in grado di aumentare il senso di inclusione nella comunità di appartenenza.

Il progetto, quindi, ha la finalità di sostenere servizi che possano agire:

  • sulle persone che per la propria storia si trovano a vivere uno stato di grave disagio (donne vittime di violenza, vittime di tratta, persone con disagio psichiatrico e in grave marginalità, persone adulte con disabilità, anziani) e chiedono di essere supportati nei percorsi socio educativi e riabilitativi in funzione della loro inclusione nel tessuto sociale;
  • sul contesto al fine di rendere inclusivi la società e il territorio. Concretamente, significa creare occasioni socio-educative e culturali d’incontro, conoscenza, condivisione e dialogo, in grado di coinvolgere e sensibilizzare le realtà sociali e cittadine dei territori di riferimento del presente progetto.

Il progetto BENESSERE POSSIBILE intende intervenire sulle problematiche legate al disagio sociale adulto e alla facilità di accesso ai servizi socio-educativi e culturali, attraverso:

  • la promozione del benessere e della qualità di vita delle persone in stato di disagio già inserite nelle strutture semiresidenziali, residenziali e in percorsi di inserimento lavorativo, migliorando l’offerta dei servizi attraverso interventi individualizzati e innovativi. L’approccio metodologico riabilitativo si basa sul considerare il disagio una situazione complessa e multifattoriale (biologico – psicologico – sociale);
  • una particolare attenzione al contesto di pratiche e sociale quotidiano e adeguato supporto a quanti si fanno carico della cura, dell’assistenza dei loro familiari;
  • una continua attenzione all’integrazione, l’accesso ai servizi educativi e culturali e la collaborazione con le risorse esistenti nel territorio di appartenenza;
  • la promozione di attività di Tempo Libero e attività di fruizione culturali e socializzanti con personale qualificato e in collaborazione con associazioni e realtà del territorio di riferimento;
  • una continua promozione di iniziative rivolte ad accrescere una corretta informazione sulle problematiche legate alle diverse forme di disagio in un’ottica di inclusione sociale.

Il progetto Benessere Possibile, prevede l’inserimento di n° 1 giovani volontari tra i 18-28 anni, all’interno di 1 Sedi di Attuazione Progetto.

Il progetto ha la durata di 12 mesi e prevede lo svolgimento di 24 ore di servizio settimanali.

  • Un attestato di servizio valido ai fini curricolari
  • Formazione gratuita
  • Nuove conoscenze
  • L’inserimento in un network di contatti e conoscenze
  • € 360 al mese

Le sedi delle cooperative non coincidono con le sedi dove il volontario svolgerà il servizio che sono:

  • – Cooperativa CPL Servizi di San Bonifacio: il volontario sarà impiegato in un doposcuola per bambini delle scuole primarie a Monteforte d’Alpone (VR)

 

Per potersi candidare ai progetti di servizio civile Regionale è necessario compilare gli allegato Callegato D  e successivamente o spedirli tramite PEC personale all’indirizzo mail solcovr@omnipec.it, o inviarli tramite raccomandata a “Sol.Co. Verona , Via Monte Baldo, 10 – Villafranca di Verona, 37069” oppure consegnarli a mano in uno dei nostri uffici previo appuntamento chiamando il numero 3442987846, o scrivendoci a serviziocivile@solcoverona.it.

Per maggiori informazioni scrivici a serviziocivile@solcoverona.it oppure chiamaci allo 045/810425 o 3442987846

Le Sedi di Attuazione Progetto

Cooperativa MONTEVERDE

Con sede a Badia Calavena, la cooperativa Monteverde, ha più di 30 anni di storia.

Da sempre impegnate in servizi per le persone con disabilità, negli ultimi anni ha aperto servizi dedicati anche ai minori, in particolare attività di doposcuola e la realizzazione di progetti sperimentali con le scuole.

Il volontario verrà coinvolto nelle attività di:

  • Centri Diurni per persone disabili: affiancherà l’equipe educativa nella realizzazione di attività di assistenza, socio-educative e laboratoriali, volte al miglioramento delle autonomie personali e sociali.
  • Doposcuola per i minori: verrà inserito come supporto in equipe in particolare per la realizzazione di attività ludico-ricreative e di socializzazione, oltre che nello svolgimento compiti.

Coop. CPL SERVIZI

La cooperativa ha sede a San Bonifacio (VR) e dal 1976 sostiene le persone con disabilità promuovendo l’acquisizione di competenze e autonomie.

Nata inizialmente con un CEOD e un Laboratorio occupazionale, oggi si è arricchita di una Comunità Alloggio, diversi servizi di Doposcuola e, dal 2003, gestisce insieme al Consorzio Sol.Co. Verona, l’Asilo Nido “Il Sorriso” di Montebello Vicentino (VI).

All’interno della coop. CPL SERVIZI il volontario verrà coinvolto in:

  • attività educative  per minori presso l’Asilo Nido e i Doposcuola;
  • attività educative e socio-assistenziali per persone con disabilità, presso il CEOD e la Comunità Alloggio.

Coop. SPAZIO APERTO

Nata nel 1993, con sede a Bussolengo (VR), la cooperativa SPAZIO APERTO conta oggi più di 200 soci ed è attiva in svariati settori:

  • Minori – asili nido, micronidi, centri estivi, appoggi educativi, centri aperti, doposcuola e centri aggregativi.
  • Centri residenziali e diurni – centri per non auto sufficienti, Gruppi Appartamento per psichiatrici, svantaggiati sociali e donne, Centri diurni per psichiatrici, anziani e disabili.
  • Servizi Socio-Educativo Specialistici – servizio di logopedia, educativo e assistenti sociali.
  • Servizi di Welfare a privati.
  • Servizi domiciliari per persone anziane.
  • Benessere e Sanità – poliambulatori non medici e servizi convenzionati.

Presso la coop SPAZIO APERTO il volontario svolgerà la propria attività presso i servizi afferenti all’AREA MINORI, in particolare presso i servizi per la prima infanzia (0-3 anni), gestiti dalla cooperativa.

COSP Verona

Comitato provinciale per l’Orientamento Scolastico e Professionale Verona – COSP Verona, con le sue attività cerca di rispondere alle esigenze di orientamento scolastico e professionale di studenti,lavoratori, docenti, famiglie, giovani e adulti, occupati e non.

Interviene nell’ambito dell’orientamento, progettando e sviluppando attività di studio, ricerca, assistenza e consulenza su incarico da parte di enti, istituzioni ed altre associazioni pubbliche e private, soprattutto nel territorio della provincia di Verona e della regione del Veneto. Svolge attività di consulenza e formazione per professionisti del sistema istruzione – formazione – lavoro, pubblico e privato.

In questo particolare momento di crisi e difficoltà economiche e di inserimento lavorativo, vorrebbe essere un aiuto nel prospettare agli utenti che si avvalgono dei suoi servizi, tutte le scelte “possibili” in ogni situazione di transizione, dalla scuola al lavoro, dalla scuola a un altro tipo di scuola, dal lavoro a un altro tipo di lavoro, dalla disoccupazione al reinserimento lavorativo. Ciò è reso possibile grazie alle molteplici attività che il COSP Verona offre, come:

  • incontri con studentesse e studenti in obbligo scolastico
    incontri con i genitori per l’orientamento
    incontri con docenti e formatori
    laboratori sui temi legati all’apprendimento e all’età dello sviluppo
    consulenze orientative a supporto delle scelte scolastiche, formative e professionali o a supporto del successo scolastico
    incontri di informazione orientativa
    bilancio di competenze
    incontri di informazione orientativa per la transizione
    incontri a supporto dello sviluppo di carriera
    attività di ricerca
    organizzazione di eventi pubblici

Le FATE ONLUS

L’Associazione Le Fate Onlus nasce nel 1999 e opera principalmente a Verona e Provincia con lo scopo di essere vicino agli interessi della comunità, favorire la promozione umana e sostenere l’inclusione sociale di tutti i cittadini.

Nel realizzare le proprie attività l’Associazione pone al centro dell’attenzione il miglioramento del livello di benessere individuale e sociale. I molteplici saperi della nostra organizzazione nel tempo sono diventati un punto di forza; l’eterogeneità ha dato la possibilità di generare un numero sempre maggiore di servizi in stretto rapporto di collaborazione con il territorio e le con sue realtà.

Invia la tua candidatura per il Servizio Civile Regionale

Entro le ore 14.00 del 17 settembre 2018

Invia