CO.(R) RE.RE.- Comunità e Reti Resilienti (PROG. RI-CARICA e RE-AZIONE)

Le sfide che il programma “CO.(R)RE.RE.” intende contrastare, possono essere definite come fattori di rischio che minano la resilienza di una comunità: l’isolamento e l’esclusione sociale delle persone anziane o non autosufficienti, la frammentarietà dei diversi soggetti che compongono le comunità, la mancanza di sinergie tra i diversi enti del Terzo Settore e le Pubbliche Amministrazioni che si prendono cura di questa fascia debole della popolazione ed infine la sempre maggiore fragilità delle reti.

Per far fronte a questi problemi il Consorzio Sol.Co Verona e la rete delle organizzazioni aderenti al Programma, ha deciso di rispondere attraverso 2 progetti di servizio civile Universale:

Il progetto Ri-Carica è orientato alla promozione e educazione allo sviluppo sostenibile, inteso come legame indissolubile tra sviluppo economico, sociale e ambientale. Nella costruzione del progetto è stata coinvolta una rete di cooperative e associazioni che operano sul territorio veronese in diverse aree sociali e che sono accomunate dalla convinzione che serva un cambio culturale per promuovere uno sviluppo realmente sostenibile e che la cooperazione sociale possa essere vivo attore e promotore di questo cambio, avendo già al suo interno la sensibilità e l’esperienza per coniugare lo sviluppo economico con quello sociale e ambientale.

Il Progetto RE-AZIONE è orientato alla restituzione dell’Empowerment a favore di adulti e anziani che si trovano in situazione di disagio e fragilità, i quali a causa dell’isolamento sociale non sono in grado di sviluppare meccanismi di adattamento ai cambiamenti e strumenti di difesa agli stress, cadendo in una situazione di stallo irremovibile. Il progetto è orientato al potenziamento dei legami relazionali, alla costruzione di reti sociali e alla creazione di legami solidi e solidali, tra le persone che vivono in condizioni di fragilità, i loro familiari e la comunità.

RI-CARICA: Obiettivo del progetto è quello di aumentare la capacità delle persone e delle comunità di affrontare le avversità e superare i problemi attraverso il miglioramento delle condizioni di vita delle persone che fanno parte della comunità (sostenibilità economica); la promozione dell’attivismo e della partecipazione civica (sostenibilità sociale); la promozione di una rete di progettualità efficaci e sostenibili (sostenibilità ambientale).

RE-AZIONE: L’obiettivo del progetto, in linea con il programma CO.(R) RE.RE., è quello di assicurare e migliorare la salute e il benessere di adulti e anziani che vivono in situazione di disagio fisico, psichico, ma anche sociale ed economico, attraverso azioni di contrasto ai principali fattori di rischio tra cui la povertà, intesa anche come privazione di strumenti necessari per reagire agli ostacoli e agli avvenimenti negativi, solitudine e isolamento sociale, intese come mancanza di reti e relazioni, sostegno e supporto significativo.

AZIONI RI-CARICA:

Le linee di azione rivolte ai cittadini utenti dei servizi delle sap saranno di tipo:

  • Informativo: per rendere consapevoli i cittadini e gli utenti dei servizi esistenti e di quelli offerti
  • Formativo: per favorire l’orientamento l’accesso al mondo del lavoro ma anche la capacità di resilienza dei cittadini stessi di fronte ai cambiamenti della società

Le linee di azione rivolte alla società e al territorio saranno di tipo:

  • Di organizzazione eventi: per favorire momenti conviviali tra le persone, arginare l’isolamento e il senso di solitudine e restituire il concetto di comunità
  • Comunicativo: per promuovere il volontariato e diffondere buone pratiche di inclusività e sostenibilità

Le linee di azione rivolte agli enti e alle organizzazioni del terzo settore saranno:

  • Di progettazione e coprogettazione per favorire la costituzione di reti, la circolazione di idee e di innovazione sociale
  • Di valutazione d’impatto per dare modo alle realtà del terzo settore di valutarsi per migliorare la loro capacità di azione e reazione ai cambiamenti della società.

AZIONI RE-AZIONE:

Attività di inclusione lavorativa, sociale, attività di socializzazione, di condivisione, momenti che favoriscono l’apertura delle sap e dei propri utenti alla vita comunitaria, l’integrazione dei più fragili all’interno della comunità attraverso attività di routine (es. fare la spesa al mercato), gite e uscite.

Il progetto vuole valorizzare le capacità dei propri ospiti, facendoli sentire protagonisti nelle attività che si intendono organizzare, dando loro il giusto spazio per esprimere la propria opinione, la propria idea al fine di realizzarla secondo esigenze da loro sentite.

Allo stesso tempo, il progetto vuole far riscoprire i valori solidali delle proprie comunità rendendole più vicine, più informate/formate, partecipi alle attività proposte dalle sap anche al livello organizzativo.

Per rendere le realtà del Terzo Settore maggiormente “sentite” da parte della comunità e delle altre realtà territoriali, il progetto RE-AZIONE, si impegna a mettere in atto azioni di comunicazione, promozione e divulgazione delle iniziative progettuali, ma anche delle modalità da parte dei cittadini di poter contribuire con le proprie idee, alla creazione di nuove iniziative che promuovano il benessere nelle comunità.

I progetti, prevedono l’inserimento di n° 16 giovani volontari tra i 18-28 anni, all’interno di 16 Sedi di Attuazione Progetto, nello specifico:

  • 6 volontari per il progetto RI-CARICA
  • 10 volontari per il progetto RE-AZIONE

Il progetto ha la durata di 12 mesi e prevede lo svolgimento di 25 ore di servizio settimanali.

  • Un attestato di servizio valido ai fini curricolari
  • Formazione gratuita (più di 110 ore di formazione)
  • Nuove conoscenze
  • L’inserimento in un network di contatti e conoscenze
  • € 439,50 al mese
  • Percorso di tutoraggio orientativo al lavoro.

Le realtà che ospiteranno i volontari di Servizio Civile, sono:

Denominazione Sede di attuazione del progetto

RE-AZIONE

Comune
Indirizzo
Cooperativa Sociale di solidarietà La Scintilla Onlus (La Scintilla Centro Diurno) Isola della Scale (VR) P.le Kennedy, 14
Monteverde Coop. Soc. Di Solidarietà (C.e.o.d) Badia Calavena (VR) Via Conca Delle Perle, 1
Monteverde Coop. Soc. Di Solidarietà (Laboratorio 2) Tregnago (VR) Via Frà C. Granzotto, 2
COOP. SOLIDARIETA VIGASIO Comunità alloggio per persone disabili “Casamica” Vigasio (VR) Via Rinzotti, 22
COOP. SOLIDARIETA VIGASIO Comunità alloggio per persone disabili “La Tenda” Vigasio (VR) Via Villafranca, 37
SPAZIO APERTO- Residenza Anni D’Argento Castelnuovo del Garda  (VR) Via Gianfilippi,1
ASSOCIAZIONE LE FATE – GeneraLab Verona Via Lussino, 23
CERCATE ONLUS Comunità alloggio estensivo “La Risorgiva” Erbè (VR) Via Parecchie, 2
CERCATE ONLUS Comunità terapeutica riabilitativa protetta “La Casa in Collina” Valeggio Sul Mincio (VR) Loc. Fenili, 4
CERCATE ONLUS (Ceod “Cà Vignal”) Verona Strada Le Grazie, 22
Denominazione Sede di attuazione del progetto

RI-CARICA

Comune
Indirizzo
CERCATE ONLUS (Ceod “Primavera”) Verona Vicolo San Domenico, 11
Gradiente coop.soc. Verona Via Scuderlando, 390/392
Coop.Sociale Monscleda onlus (Ceod L’Arcolaio) Roncà (VR) Via Corte Cavaggioni, 14
Monteverde Coop. Soc. di Solidarietà (C.e.o.d.) Badia Calavena (VR) Via Conca delle Perle, 1
COSP Verona Verona Via Giovanni Verardo Zeviani, 8
ASSOCIAZIONE LE FATE – Centro Culturale VI Maggio Verona Via Mantovana, 66

Le modalità di iscrizione per questa edizione sono online, i candidati dovranno richiedere la SPID (identità digitale) agli uffici competenti e poi procedere con  l’iscrizione  sul sito https://domandaonline.serviziocivile.it/

Per maggiori informazioni scrivici a serviziocivile@solcoverona.it oppure chiamaci allo 344/2987846

Le Sedi di Attuazione Progetto

Centro Diurno Laboratorio 1 - coop. Monteverde

Elementi distintivi della realtà Monteverde sono i suoi laboratori produttivi, dove gli utenti dei Centri Diurni riscoprono il lavoro come strumento di riabilitazione psico-sociale ed integrazione con le persone interne ed esterne alla cooperativa.

In base al loro livello di autonomia gli utenti sono inseriti nei diversi laboratori, che sono: il laboratorio del legno con restauro, creazione e vendita mobili; il laboratorio artigianale per la produzione di bomboniere e oggetti regalo; il laboratorio della carta riciclata; il laboratorio laser; il laboratorio per la lavorazione conto terzi.

Nella sede di Tregnago, dove verrà inserito un Volontario, si trova la “Fucina della Solidarietà”, in cui confluiscono tutte le lavorazioni dei vari laboratori e avviene la vendita diretta al pubblico.

Inoltre in questa sede, denominata Laboratorio 1, si realizza la lavorazione conto terzi e la maggior parte delle fasi del laboratorio della carta e del laboratorio artigianale.

Il volontario assisterà gli utenti nel loro lavoro e, una volta presa confidenza con tempi e modalità di lavorazione, verranno stimolati ed incoraggiati a promuovere e sviluppare nuove attività realizzabili dagli utenti. Inoltre avranno rapporti costanti con i clienti dei laboratori e verranno coinvolti nell’ideazione dei molteplici progetti che coinvolgono enti e aziende del territorio.

Centro Diurno C.E.O.D. - coop. Monteverde

Il Servizio di Centro Diurno con sede a Badia Calavena si rivolge a persone con disabilità con diversi profili di autosufficienza ed ha finalità educativa, riabilitativa e di socializzazione.

Al fine di rispondere in modo completo ed efficace alle diverse esigenze specifiche di ogni singolo utente, le equipe educative elaborano un Progetto Educativo Individualizzato, con programmazione annuale ed aggiornamento settimanale rispetto a precise linee educativo-riabilitative e relative azioni operative.

Il volontario, verrà inserito all’interno di una equipe educativa e supporterà gli operatori nelle attività quotidiane con gli utenti. Una volta superata la prima fase di inserimento, il volontario verrà invitato ad elaborare una propria attività di animazione o  un servizio che potrà condurre all’interno o all’esterno della struttura, con il supporto del gruppo di lavoro.

Residenza per Anziani Anni d'Argento - coop. Spazio Aperto

La Residenza Anni D’Argento è un centro di accoglienza per anziani non autosufficienti. Nella struttura sono presenti diverse professionalità che collaborano per la soddisfazione dei bisogni dei residenti, agendo in un’ottica multidisciplinare, attraverso un’osservazione specialistica che bilancia le diverse aree della “cura”: l’area assistenziale, animativa, educativa e terapeutica.

Le attività che si svolgono nella struttura, oltre quelle assistenziali, sono attività di tipo educativo, individuali, in piccolo o in grande gruppo quali: attività Ludica con diversi gradi di difficoltà (memory, carte, memory facilitato, gioco dell’oca, dama), attività di Ri-Orientamento spazio-temporale e stimolazione dell’espressione verbale (gruppo VALIDATION, attività di lettura e scrittura, lettura guidata del quotidiano), uscite nei giorni di mercato del paese, attività di canto, attività che esercitano le capacità manuali residue (Cucina e laboratori artistici).

Il volontario potrà affiancarsi all’educatrice nell’ideazione, organizzazione e attivazione delle attività educative della struttura, sperimentandone di nuove a partire da un’analisi dei bisogni individuale di ciascun ospite.

La struttura, inoltre, in questi ultimi mesi, sta rafforzando il legame con il servizio educativo del territorio, e, a tal proposito, il volontario potrà organizzare momenti di condivisione con le diverse realtà educative del territorio per “aprire” la Residenza a bambini, gruppi scout, associazioni ricreative e culturali oltre che curare le relazioni in essere o che si andranno a creare.

Il volontario potrà infine proporre direttamente alcuni laboratori da svolgersi con gli anziani della struttura e con le famiglie degli stessi.

Centro Diurno presso Cooperativa Sociale Monscleda ONLUS

Presso il Centro Diurno, coordinato dalla Cooperativa Monscleda ONLUS, che ha sede presso Montecchia di Crosara, il servizio che viene proposto si pone l’obiettivo di dare risposte diversificate in relazione alla situazione psico-fisica degli utenti che lo frequentano, al fine di mantenere il benessere e di potenziare le abilità residue di autonomia personale e relazionale.

Le risposte che vengono offerte ai diversi utenti quindi sono di tipo:

  • Assistenziale per il mantenimento e potenziamento delle attività personali.
  • Educativo per insegnare e/o mantenere le abilità sociali nei diversi contetesti di vita del disabile
  • socializzante al fine di favorire lo sviluppo delle relazioni significative creando occasioni di dialogo,
  • Occupazionale impiegando le persone disabili in attività consone alle loro capacità, dando la possibilità all’utente si sentirsi utile, di essere considerato “persona che lavora”.

Dal 2018 i ragazzi del centro diurno stanno affrontando il progetto sull’autonomia, che ha lo scopo di insegnare all’ospite ad essere in grado di organizzarsi, assumersi responsabilità e doveri partendo dall’insegnamento di attività basilari che servono alla persona per poter svolgere quelle piccole mansioni che la vita quotidiana richiede.

Il volontario  sarà chiamato ad organizzare percorsi professionalizzanti per adulti con disagio lieve/medio, che portano ad un potenziamento delle capacità fisiche di questo target, attraverso l’organizzazione di laboratori, momenti conviviali.

Servizio di Front Office - coop. Assixto

Assixto cooperativa sociale svolge un’attività di sportello territoriale, a cui le persone soprattutto anziane si rivolgono per chiedere l’attivazione di servizi di assistenza e/o sanitari.

La cooperativa inoltre svolge attività di assistenza e formazione ai caregiver per sostenerli nello svolgimento delle attività quotidiane.  All’interno della sede il volontario collaborerà alle attività di gestione  dei servizi, progettazione, comunicazione, studio strategie digitale, monitoraggio dati, attività volte a promuovere lo scopo sociale e l’immagine della cooperativa sul territorio, r, ricerca sovvenzioni, corsi di formazione, gestione dell’ambulatorio sanitario con podologo, osteopata e fisioterapista

Il volontario inoltre verrà formato sul funzionamento e sulle dinamiche del mondo cooperativo e delle dinamiche relative al Terzo Settore italiano. Inoltre conseguirà conoscenza pratica per poter disporre di una buona autonomia operativa nelle aree che interesseranno il suo percorso di servizio Civile.

Comunità Alloggio - Cooperativa Sociale CERCATE

La Comunità Alloggio “La Risorgiva” è una struttura residenziale del Dipartimento di salute mentale dell’ ULSS 9 Scaligera, che tramite convenzione viene gestita dalla Cooperativa Sociale Cercate.

La struttura è una villa con ampio giardino che sorge nella campagna, isolata dai centri abitati al confine con il comune di Erbè e il comune di Isola della Scala, ed è una realtà abitativa dove vengono accolti soggetti con disagio psichico attraverso un percorso terapeutico e riabilitativo in regime di residenzialità, promuovendo il miglioramento clinico e le autonomie personali, garantendo allo stesso tempo il mantenimento della relazione con la famiglia e l’ambiente sociale di vita.

All’interno della comunità si svolgono attività per il recupero delle abilità nella vita quotidiana, educativo-occupazionale, motorie, laboratori didattici, attività ludiche, mentre molte attività vengono svolte anche sul territorio per favorire una maggiore socializzazione e inclusione sociale.

Il volontario  che svolgerà servizio presso questa sede si occuperà di fornire aiuto nella progettazione, programmazione e organizzazione delle attività di animazione per gli ospiti della comunità, ma soprattutto si occuperanno di potenziare la promozione della conoscenza della comunità al fine di migliorare l’integrazione con le altre realtà del territorio.

Comunità Terapeutica Riabilitativa Protetta - La Casa in Collina

Nel marzo 2000 nasce la Comunità “La casa in collina” e si configura da subito come Comunità Terapeutica Riabilitativa Protetta, che svolge funzioni terapeutiche riabilitative per pazienti con grave patologia ed elevata disabilità personale ed ambientale, per i quali è necessario programmare progetti residenziali personali a medio e lungo termine.

All’interno di questa struttura viene ritenuto come fondamentale il lavoro di gruppo ed una costante comunicazione informativa tra i diversi professionisti che curano i diversi aspetti della permanenza dell’ospite. Nella filosofia di lavoro della Cooperativa Sociale Cercate, inoltre, gli utenti non vengono considerati passivi fruitori di cure, ma protagonisti attivi nel loro percorso terapeutico, ed è per questo che risulta fondamentale anche una relazione continuativa con il nucleo familiare.

Il volontario di servizio civile, oltre ad assistere alla progettazione e all’organizzazione delle attività dedicati agli ospiti della struttura, i volontari avranno l’incarico di migliorare l’intergazione di questa realtà con il territorio, per combattere lo stigma e il pregiudizio che gravita attorno alla malattia mentale e per garantire l’esercizio dei diritti di cittadino si è cercato di instaurare rapporti di collaborazione con le varie realtà locali.

Centro Diurno ``Il Mestiere di Vivere``- Cooperativa Cercate

Il Centro diurno Il mestiere di vivere, come definito dal Progetto Obiettivo della Salute Mentale è “una struttura semi-residenziale con funzioni terapeutico-riabilitative, collocata nel contesto territoriale che lavora in stretto contatto con le altre strutture del Dipartimento di Salute Mentale (Servizio Psichiatrico di Diagnosi e Cura, Centro di Salute Mentale, strutture residenziali) e che ha come compito principale l’attuazione di programmi terapeutici/riabilitativi integrati e specifici per ciascun utente”.

E’ gestito dal 2005 dalla Cooperativa Sociale Cercate in partnership con il Dipartimento di Salute Mentale dell’Asl 9 Scaligera.

Il Centro, che si trova a Villafranca di Verona in C.so Vittorio Emanuele 61, è aperto dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle ore 16.00 e può accogliere  fino a 16 pazienti al giorno.

I pazienti accedono al servizio in seguito all’ invio del medico psichiatra referente. Le attività proposte quotidianamente hanno la finalità di favorire il raggiungimento degli obiettivi previsti dal progetto terapeutico riabilitativo individuale del paziente.

Il volontario che svolgerà il proprio servizio presso questa sede si occuperanno di assistere educatori e professionisti nel’organizzazione quotidiana delle attività, principalmente laboratori creativi che valorizzano le capacità dell’utente, e migliorare l’integrazione della centro diurno nel territorio di riferimento, attraverso attività di comunicazione e l’organizzazione di incontri con altre realtà del territorio.

Centro Diurno Cooperativa Don Angelo Righetti

La cooperativa porta avanti il proprio mandato all’interno della storica sede sita in  piazza castello, 6 Salizzole, offrendo a persone adulte in situazione di disablità diverse tipologie di servizio, attraverso la gestione di un centro diurno, una residenza sanitaria assistita (rsa) ed una comunità alloggio.

Le tre realtà vivono in funzione della sinergia delle diverse figure professionali operanti in struttura: coordinatori, figure amministrative, infermieri professionali, educatori, operatori socio sanitari ed ausiliari. Sono inoltre presenti: medico di medicina generale, psicomotricista, istruttori di attività ludico motoria e ginnastica dolce, alcuni volontari operanti sul versante dell’animazione domenicale e dei trasporti infrasettimanali. Inoltre e’ costantemente attiva la collaborazione con i servizi territoriali di competenza ed altre strutture del privato sociale.

Nel corso degli anni la struttura e’ stata al centro di numerose revisioni, sia dal punto di vista edile che organizzativo, secondo un divenire ben preciso, rispondendo alle svariate, e sempre nuove, esigenze degli ospiti e del contesto di riferimento.

Il volontario sarà impiegato nelle ordinarie attività dedicate agli anziani che ospitano il Centro Diurno gestito dalla cooperativa. Nello specifico verrà chiesto al volontario di partecipare e contribuire all’organizzazione di gite e uscite con gli utenti, laboratori ludici, creativi e digitali. Verrà inoltre richiesto di attuare una serie di azioni volte a favorire l’integrazione della cooperativa con altre realtà del territorio.

Comunità Alloggio ``La Tenda`` - Cooperativa Sociale Soliadrietà di Vigasio

La Cooperativa Sociale Solidarietà di Vigasio, si occupa da sempre di offrire servizi e progetti a favore di anziani e disabili. Nello specifico si occupa dell’accoglienza di persone adulte con disabilità cognitiva o motoria, disturbi del comportamento e/o innesti psichiatrici, celebrolesioni gravi o patologie invalidanti e degenerative con bisogno assistenziale elevato.

Attualmente la cooperativa gestisce nell’ambito della disabilità due comunità alloggio e due centri diurni per disabili gravi.

Le attivit e le prestazioni che sono garantite agli utenti sono di carattere: assistenziale, riabilitativo, sanitario, educativo e psicosociale.

La comunità alloggio La Tenda, è situata a Isolata di Vigasio in via Villafranca, 37 ed è una struttura residenziale che ospita utenti con patologie che investono sia la sfera psichica che la disabilità grave. E’ una struttura educativo-assistenziale con il compito di ospitare persone adulte con disabilità, prive di un nucleo familiare o per le quali la permanenza nel nucleo familiare non sia più possibile.

Il volontario in questa sede sarà chiamato ad assistere ed aiutare gli operatori nell’organizzazione e programmazione delle gite e delle uscite degli utenti, dei laboratori ludici e nell’organizzazione di incontri di sensibilizzazione. Sarà chiamato anche ad organizzare la promozione e la comunicazione delle attività della cooperativa.

Comunità Alloggio ``Casa Amica`` - Cooperativa Sociale Soliadrietà di Vigasio

La Cooperativa Sociale Solidarietà di Vigasio, si occupa da sempre di offrire servizi e progetti a favore di anziani e disabili. Nello specifico si occupa dell’accoglienza di persone adulte con disabilità cognitiva o motoria, disturbi del comportamento e/o innesti psichiatrici, celebrolesioni gravi o patologie invalidanti e degenerative con bisogno assistenziale elevato.

Attualmente la cooperativa gestisce nell’ambito della disabilità due comunità alloggio e due centri diurni per disabili gravi.

Le attivit e le prestazioni che sono garantite agli utenti sono di carattere: assistenziale, riabilitativo, sanitario, educativo e psicosociale.

La comunità alloggio “Casa Amica” è una struttura residenziale che ospita utenti privi di un nucleo familiare, o per i quali la permanenza nel nucleo familiare stesso sia impossibilitata.

Si propone come impegno rivolto all’utenza la formulazione di un progetto personalizzato nel quale siano esplicati obiettivi da perseguire, modalità operative, attività strutturate e non e tempi di verifica rispetto al raggiungimento, completo o parziale degli obiettivi.

Il volontario in questa sede sarà chiamato ad assistere ed aiutare gli operatori nell’organizzazione e programmazione delle gite e delle uscite degli utenti, dei laboratori ludici e nell’organizzazione di incontri di sensibilizzazione. Sarà chiamato anche ad organizzare la promozione e la comunicazione delle attività della cooperativa.

Invia la tua candidatura per il Servizio Civile Nazionale

Invia